domenica 19 febbraio 2012

Grotta di Ternovizza? Nooo, impossibile sia lei!

E' impossibile che la grotta ritratta in queste foto sia quella di Ternovizza: è troppo bella! Non può essere che una delle grotte del Carso più visitate, deturpate (scritte e scarburate ovunque) e depredate (dalle concrezioni) possa risultare ancora così bella a chi la visita.
Fortunatamente le grandi concrezioni colonnari e le gigantesche colate hanno resistito agli attacchi barbari di pseudo-speleologi che avevano a cuore solo il proprio ego piuttosto che la grotta. Purtroppo le scritte di numerosi idioti riescono a lordare la meraviglia che la Natura ha impiegato decine di migliaia d'anni a creare, ma per fortuna il fotoritocco aiuta e quelle più fastidiose le abbiamo fatte sparire.
E' la quarta volta che entriamo nella Grotta di Ternovizza ed ancora riusciamo a stupirci di tanta bellezza e scoprire nuovi particolari che nelle visite precedenti non avevamo notato, come ad esempio alcuni dischi bianchissimi di cui uno evolutosi in colonna (quello alla sinistra della Simona):
E poi il mitico "organo" la stupenda concrezione che ha reso famosa questa grotta:
S-Team a ranghi ridotti oggi, ma sempre in grado di portare a casa ottimi scatti!
Sandro, Simona, Pier Giorgio

3 commenti:

  1. MAURO SACILOTTO20 febbraio 2012 22:37

    BRAVISSIMI!!!

    RispondiElimina
  2. Bravissimi,quanti bellissimi ricordi dei Corsi fatti tanti anni fa...mi fate venire la voglia di tornarci ancora...Paolo da Verona

    RispondiElimina
  3. perbacco che meraviglia..

    lar

    RispondiElimina